Assunta Cassa - Pittrice

Le novità di Assunta
Otre Tango, domenica 26 giugno, Teanum Wine Fest. Vi aspettiamo per dare il via all'estate diVina di Cantine Teanum, Vini di Puglia con Libertango Foggia e l'artista Assunta Cassa.
Alcune opere di Assunta Cassa in mostra nella collettiva ArteMia presso la Galleria Fabrizio Serafini a Montesilvano (PE) dal 1 giugno al 30 settembre 2016
Sabato 12 marzo 2016, l'artista Assunta Cassa riceve il terzo premio ex aequo al Concorso Internazionale di pittura Colore e Materia per la sua opera "Fuga".
Assunta Cassa ha partecipato, con una sua opera dedicata alle Opere di Misericordia, al Giubileo degli Artisti, tenutosi in occasione della festa in occasione del Beato Angelico, presso la Cattedrale Madonna della Marina in San Benedetto del Tronto.
Chi è Assunta Cassa

“Quello che colpisce di Assunta Cassa sono i pixel iridescenti che si popolano di volti, di movenze, di paesaggi dell’anima. Nelle sue opere l’ossimoro si fa passaggio senza peso, veloce ritorno alla memoria e slancio infinito nel tempo, nei luoghi dove trovano vita i contrasti del rosso, del nero, del viola, del teatro, dei sobborghi metropolitani. Tutto sostiene la leggerezza dei corpi e l’anima è lì, sotto i colori, con il suo essere che ci mostra il nostro. La vista mobile e veloce, morbido il tocco della luce nella ricerca intensa e libera delle cose. Energia travolgente, forza inspiegabile che va oltre il quadro e lo sguardo, e già si fa soglia al di qua di un orizzonte dilatato.”  (Rossella Frollà, Scrittrice).

Pugliese d’origine e marchigiana d’adozione, laureata in economia e commercio, Assunta Cassa è dotata di un carattere aperto e comunicativo che la spinge a cercare strade sempre nuove per esprimere i suoi talenti. Negli anni lavora in diversi settori fino a quando un progetto di collaborazione con i Musei Piceni le fa sentire il richiamo dell’arte, scoprendo la sua passione. L’arte pittorica diventa per lei momento di sintesi emotiva e di riflessione. Frequenta botteghe d’arte scoprendo il suo forte senso del colore e delle forme. Sperimenta il figurativo e l’informale, ma è verso il primo che dirige maggiormente il suo impegno, sviluppando una sua particolare combinazione di forme e colori, per dare vita ad una sua personale visione della realtà quotidiana, moderna, metropolitana, in cui l'immagine, tratteggiata da pixel, sembra essere tutto ciò che conta intrappolando i personaggi. Per contro, con la spatola, libera profonde sfumature di colore che fanno intravvedere un io interiore alla ricerca di libertà ed armonia.

“La tecnica di Assunta Cassa, pittura ad olio con spatola, dimostra capacità e talento, oltre a conferire alle opere corpo e materia come a suggerirci che l'istinto e la passione precedono il pensiero in un atto di liberazione. La scelta cromatica vivace rafforza questo messaggio di dialogo vitale tra il conscio e l'inconscio,  conferisce al dipinto energia, catturando con forza l'attenzione. Questa energia arriva travolgente nonostante Assunta scelga di frammentare o ingabbiare il colore, rappresentando le immagini in grandi pixel digitali, come ad affermare: questo è il mio viaggio virtuale! “ (Maria Franca Fanni, Maestro d’Arte)                           

Assunta inizia ad esporre nel 2011 con la sua prima mostra personale a San Benedetto del Tronto, cui seguono altre personali nelle Marche, ma anche in Veneto e in Toscana. Partecipa a collettive ed iniziative artistiche in diverse città italiane, tra le quali, Roma, Firenze, Ferrara, Piacenza, Lecce, Macerata, Barletta…

Nel 2014 e 2015 espone anche all’estero: a Parigi, partecipando alla 13^ edizione del Salon Art Fair Shopping Carrousel du Louvre e poi a Bratislava presso il prestigioso Palazzo Pallfy, e infine a Tokyo presso la Minato Mirai Gallery.

Partecipando a concorsi nazionali ed internazionali, si aggiudica il terzo premio ex aequo al 3 Concorso Internazionale di Pittura Colore e Materia (2016), il premio speciale della Critica per la ricerca cromatica e l'originalità tecnica alla Biennale Internazionale Arte e Territorio in Umbria 2015, viene votata dai visitatori Giapponesi  di IAT Tokyo 2015 tra i primi 8 artisti partecipanti e nel 2013 – 2014 riceve due premi di rappresentanza nelle edizioni XX e XXI del Concorso Internazionale G. D’Annunzio e due premi nelle edizioni 2013 e 2014 del Concorso Internazionale La Spadarina.

Le sue opere sono esposte, in permanenza, presso Spazio d’Arte L’Altrove (Ferrara), e periodicamente presso Galleria Serafini Fabrizio (Montesilvano), Galleria Picenum Casa d’Aste (Cingoli) Galleria Zero-Uno (Barletta) e Galleria Verdesi (San Benedetto del Tronto).

 
Tutte le opere (c) Assunta Cassa - 2009-2013
per informazioni su disponibilità, mostre etc. info@assuntacassa.it